Incontro col regista Marco Segato

La pelle dell’orso dal romanzo al film

Marco Segato, regista del film  La pelle dell’orso, tratto dall’omonimo romanzo di Matteo Righetto e  candidato ai David di Donatello, è stato ospite del nostro istituto il 24 febbraio scorso, in una conversazione col Prof. Alessandro Cinquegrani dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Gli studenti delle classi prime e seconde dei Servizi Socio-Sanitari hanno letto e analizzato il romanzo sotto la guida dei loro docenti e poi visto il film, nell’ambito di un progetto che si è concluso con questo incontro. Il regista ha raccontato con passione le motivazioni che l’hanno spinto alla realizzazione del film e poi il lavoro preparatorio, mostrando lo storyboard, la sceneggiatura e alcune foto del set e dei costumi tradizionali che hanno ispirato le prime sequenze. Molte le curiosità degli studenti che hanno posto diverse domande, sia sulle differenze tra romanzo e film, sia sulla realizzazione pratica delle riprese in particolare in relazione alla presenza dell’orso (in realtà due orsi, ha spiegato il regista) sul set.

Segato ha risposto a tutte le domande, raccontando le sue scelte registiche relative alla differenza del finale rispetto al libro, alla costruzione ex novo di alcuni personaggi, alla definizione del difficile rapporto tra padre e figlio.

Gli studenti hanno così avuto modo di entrare in contatto con un’arte che è loro familiare, ma che spesso è conosciuta solo superficialmente. Il cinema è apparso come un’arte complessa che deve fare i conti con le diverse personalità degli attori e di tutti gli altri collaboratori, e anche con le difficoltà pratiche della realizzazione di alcune scene. Utile è stato comprendere le diverse fasi che portano dalla pagina scritta alla pellicola. Il trattamento permette inoltre al regista di entrare in contatto profondo col testo di partenza e questo ha dato modo di discutere anche dell’interpretazione possibile di alcune scene del libro, anche grazie alla presenza del critico Cinquegrani.

 

 

Guarda le foto dell’evento

Vai all'inizio della pagina